PT - Tempo di protrombina INR


Il tempo di protrombina (PT, dall’inglese Prothrombin Time) è la misura del tempo necessario alla formazione del coagulo di fibrina quando al plasma del paziente, raccolto in citrato, si aggiungono tromboplastina e calcio. Si tratta di un test utile per la valutazione della funzionalità della via estrinseca, della funzionalità epatica di sintesi dei fattori della coagulazione e viene comunemente utilizzato nel controllo degli effetti della T.A.O. ( Vedi il servizio TAO del gruppo Saniroma ) nei pazienti che utilizzano anticoagulanti dicumarolici. Il valore del PT può essere espresso in secondi o come attività percentuale rispetto ad un pool di plasmi normali a cui viene convenzionalmente attribuita un’attività del 100%. La misurazione del PT viene ad essere complicata per via della sua dipendenza da diverse variabili, la più imp (vedi la ortante delle quali è la composizione della tromboplastina utilizzata come reattivo, questo rende non confrontabili fra di loro valori di PT ottenuti in laboratori e/o con reattivi diversi. Per ovviare a questi inconvenienti, nel 1987 sono stati introdotti due nuovi parametri, l’ISI (International Sensitivity Index, Indice Internazionale di Sensibilità) e l’INR (International Normalised Ratio, Indice Internazionale Normalizzato): ad ogni preparazione commerciale di tromboplastina viene assegnato un valore di ISI calcolato rispetto ad un preparato internazionale di riferimento, quindi per ogni paziente viene determinato il rapporto tra il suo valore di PT e quello di un pool di plasmi normali, questo valore (ratio) viene normalizzato per elevazione al valore dell’ISI della tromboplastina utilizzata, al fine di ottenere il valore dell’INR. Il calcolo dell’INR permette di poter confrontare i valori di PT ottenuti in laboratori diversi o con preparazioni commerciali di tromboplastina differenti. Il tempo di protrombina si allunga in corso di T.A.O. con dicumarolici, in caso di insufficienza epatica, di deficit di vitamina K e durante terapia anticoagulante con eparina ad alte dosi.

Altre indagini in ambito coagulativo :

Indici laboratoristici della coagulazione del sangue

Fattore V di Leiden     Fattore II gene protrombina     MTHFR     Omocisteina    

Proteina C coagulativa     Proteina S coagulativa     Resistenza alla proteina C attivata