Calcitonina


Nella regolazione dei livelli di calcio e fosforo gioca un ruolo di primo piano un altro ormone detto Calcitonina; si tratta di un polipeptide, composto da 32 aminoacidi, prodotto da cellule della tiroide chiamate cellule parafollicolari o cellule C. L’azione della calcitonina è finalizzata a ridurre i livelli ematici di calcio pertanto funziona da contrappeso al PTH, agisce a livello osseo aumentano la deposizione di calcio da parte degli osteoblasti e bloccando il riassorbimento causato dagli osteoclasti. E’ presente comunque anche un’azione renale con aumento dell’eliminazione del calcio. Oltre che nel campo della regolazione del calcio la calcitonina svolge un ruolo fondamentale nella diagnosi del carcinoma midollare della tiroide ed è inoltre utilizzato sia nel follow-up delle neoplasie endocrine multiple ( che includono il carcinoma midollare della tiroide, il feocromocitoma, i neurinomi e la ganglioneuromatosi intestinale ) sia nello screening dei familiari di pazienti affetti da carcinoma midollare della tiroide; è infatti da ricordare che il carcinoma midollare della tiroide presenza incidenza familiare. E' sicuramente tra tutti i marcatori tumorali uno dei più specifici e sensibili. La Calcitonina può aumentare in alcuni carcinomi polmonari, mammari e apudomi. Al di fuori del quadro neoplastico si possono avere aumenti di CT in caso di pancreatici, insufficienza renale, sindrome di Zollinger-Ellison e nell'anemia perniciosa.