Enzimi e diagnostica correlata


Gli enzimi sono proteine che hanno la capacità di intervenire nelle varie reazioni chimiche sia intra che extracellulare, facilitandole e rendendole più veloci e con necessità di minor energia di attivazione (attività catalitica). In sostanza gli enzimi sono fondamentali nella regolazione delle vie metaboliche; la loro attività viene regolata dalla concentrazione delle molecole coinvolte nella reazione (substrato) e da quella dei metaboliti prodotti dall'azione dell'enzima stesso, tutto ciò al fine di mantenere l'omeostasi cellulare.

Esistono diversi meccanismi, che possono anche associarsi tra loro, attraverso cui l'attività degli enzimi sierici può aumentare, si può avere infatti un aumento della mobilizzazione degli enzimi intracellulari in presenza o in assenza di necrosi cellulare: questo fenomeno è tipico dei cosiddetti enzimi della lisi (GOT, GPT, CPK, LDH ecc.). In alternativa l'attività enzimatica può essere aumentata per incremento di sintesi conseguente ad induzione, ad attivazione genica o ad una abnorme proliferazione delle cellule producenti l'enzima in presenza di fenomeni neoplastici. L'ultimo meccanismo responsabile dell'aumento dell'attività enzimatica è dovuto ad una ridotta escrezione urinaria per gli enzimi che seguono questa via, come ad esempio l'amilasi.

Al contrario, la diminuzione dell'attività enzimatica è un evento alquanto raro, limitato alla pseudo colinesterasi, il cui dosaggio rientra nella routine preoperatoria per lo screening di eventuali carenze congenite o acquisite. Altri analiti, come ad esempio la bilirubina, sono correlabili e/o utilizzabili insieme alle diagnostiche enzimatiche.